• Fiume Po
  • lou-tapage
  • dirk-hamilton
  • playing-for-change
  • fresu treves
  • modena-city-ramblers
  • capps-sintoni
  • niccolo-fabi

barra sponsor fondo nero

Not[t]e Blue a Fiorenzuola, si parte!

Dal mississippi al Po 2015
XI Edizione
 Mercoledì 8 luglio 2015 - ore 21:30
Piazza Fratelli Molinari, Fiorenzuola d'Arda (PC)

"Not[t]e Blue"

"Lou Tapage Live" (Celtic Fest)
in apertura Wanderers live

Prende il via questo mercoledì, 8 luglio, a Fiorenzuola (PC) la quinta rassegna collaterale al festival Dal Mississippi al Po: Not(t)e Blue, che si articolerà in quattro serate di musica live, dal folk, al jazz al rock blues americano con artisti italiani ed internazionali che saranno i protagonisti di una grande festa che coinvolgerà tutto il centro cittadino.
Il progetto Not(t)e Blue, frutto di una sinergia tra Fedro, il Comune di Fiorenzuola - Assessorato allo Sviluppo Economico e Marketing Urbano - grazie al Vicesindaco Giuseppe Brusamonti ed il comitato dei commercianti VETRINE IN CENTRO STORICO con il progetto di marketing urbano “Affari in Centro”, avrà come location di tutti i concerti la centralissima Piazza Molinari, con la collegiata cittadina a fare da quinta agli spettacoli, ma tutto il centro verrà coinvolto nelle serate, dai ristoratori, che accoglieranno chi vorrà cenare o fare un aperitivo all'aperto, ai commercianti, che prolungheranno l'orario di apertura dei propri negozi per permettere di fare acquisti anche in notturna.
Mercoledì 8 luglio, a partire dalle 21,30, saliranno sul palco di Piazza Molinari i Lou Tapage, gruppo rock-folk nato nel 2000 nel sud ovest del Piemonte la cui musica spazia dal ritmo dei balli popolari occitani alle arie irlandesi, dal cantautorato italo-francese alla musica celtica, il tutto legato da un proprio eclettico filo conduttore.
L'esordio discografico sulla lunga distanza della band è del 2005, con l'album "Lou Tapage" a cui fanno seguito nel 2007 "Reve Eternè", nel 2009 "Que vos lei far" e nel 2013 "Finisterre".
I Tapage sono sei giovani musicisti cresciuti con le suggestioni folk di cui la loro zona di provenienza è così ricca, a cui è così legata, è quindi facile capire come questi ragazzi poco più che ventenni abbiano già alle spalle una lunga carriera artistica e la militanza in diverse altre band di caratura nazionale. Oltre ad aver lavorato insieme ai massimi esponenti della cultura occitana, musicisti, ma anche poeti e scrittori, hanno celebrato il mito di Fabrizio de André riproponendo in lingua occitana, e con un arrangiamento decisamente più articolato ma allo stesso tempo sbarazzino, l'album "Storia di un impiegato".
Negli anni i Lou Tapage hanno calcato senza sosta palchi italiani, francesi e svizzeri, con più di cinquecento concerti all'attivo e partecipando a festival quali Folkest, Bustofolk, Nubilaria Celtic Festival, Irlanda in Musica a Bobbio ed il St. Patrick's Fest a Piacenza, Tavagnasco Rock, Colonia Sonora, Balla coi Cinghiali, Estivada, Hestiv' Oc, Taranta Power di Badolato e molti altri. Per tre volte sono stati ospiti al Capodanno Celtico a Milano presso il Castello Sforzesco, in cui hanno potuto aprire i concerti d iHevia e dei Kila.
Il violino accompagnato ad una chitarra elettrica, il bozouki che convive con la batteria, la cornamusa col basso: la musica dei Tapage è contaminata, riprende gli strumenti della tradizione, ma li fonde con quelli che ci si aspetterebbe da un gruppo rock, e altrettanto rock è la presenza scenica di questi sei ragazzi, che saltano e ballano e tirano in mezzo il pubblico. Quello che invece è sempre rigorosamente tradizionale è l'occitano, in cui vengono cantati tutti i loro pezzi, i quali vengono doverosamente presentati e quasi raccontati al pubblico presente ai live dei Lou Tapage, a sottolineare ancora una volta l'orgoglio di rappresentare e far conoscere la propria cultura sia in Italia che in Europa.
In Piazza Molinari ci sarà quindi da ballare, con la grande festa celtica animata dai menestrelli occitani. Il live dei Lou Tapage inizierà alle 21,30 con ingresso gratuito e sarà preceduto da un opening act dei piacentini Wanderers che proporranno, accanto a brani proprio, alcuni pezzi della tradizione irlandese riveduti secondo lo stile della band e cover di gruppi più affermati quali Dropkick Murphys e Flogging Molly.
No(t)te Blue sarà una colorata festa musicale che coinvolgerà tutto il centro cittadino, come in un grande concerto diffuso da ascoltare in platea, ma anche dal tavolino di un bar o mentre si fa shopping, per l'occasione, e per i restanti appuntamenti della rassegna, sarà possibile cenare o bere qualcosa presso i bar, ristoranti e locali ffacciati sulla piazza e non solo, ed i negozi del centro resteranno aperti fino a tarda ora.
La rassegna fiorenzuolana proseguirà mercoledì 15 con il live dei Modena City Ramblers, in tour per presentare il loro ultimo album “Tracce Clandestine”.
I biglietti per il live dei MCR, così come quelli per l'ultimo dei quattro concerti di Not(t)e Blue, quello di Niccolò Fabi & Gnu Quartet del prossimo 29 luglio, si possono acquistare in prevendita sul sito bookingshow.it e presso i punti vendita segnalati sui siti internet www.festivalbluespiacenza.it e www.affariincentro.it.
In attesa della prossima Not(t)e Blue, Dal Mississippi al Po torna il prossimo week end a Travo, da sabato11 a lunedì 13 andrà in scena in Valtrebbia la seconda tranche di appuntamenti internazionali, una tre-giorni di musica e letteratura presso il Parco Archeologico, magica location che ospiterà tutti gli eventi dal tardo pomeriggio alla seconda serata.

www.affariincentro.it
www.festivalbluespiacenza.it
pagina Facebook: Dal Mississippi al Po

 

 

 

StampaEmail