la cultura ha trovato casa

Cosa facciamo

La cooperativa Fedro è impegnata a realizzare pubblicazioni, mostre, eventi culturali e musicali, che possano dare nuovo slancio al territorio piacentino, portando il nome della città fuori dagli stretti confini geografici di appartenenza. La Fedro favorisce l''integrazione sociale e gli scambi culturali tra i popoli di territori vicini e lontani attraverso iniziative culturali. Normalmente gli eventi ideati e organizzati dalla Fedro prevedono una programmazione pluriennale e ambiscono a diventare appuntamenti fissi del calendario culturale.

Attività sociali
La società cooperativa sociale Fedro ha attuato collaborazioni con l’azienda sanitaria locale di Piacenza, in particolar modo con il Dipartimento di Salute Mentale, attraverso l’inserimento lavorativo di un soggetto disabile e la partecipazione al progetto riabilitativo ”Radio shock”, in collaborazione con “Radio 180” ed il centro diurno del Dipartimento di Salute Mentale di Mantova.

Pubblicazioni
Il primo impegno culturale della cooperativa Fedro si è concretizzato nella primavera 2005, con la pubblicazione “Grido di Libertà”, una raccolta di immagini e documenti, molti dei quali inediti, a testimonianza della Resistenza nei Comuni di Travo, Rivergaro e Gossolengo, che hanno commissionato l’opera nell’ambito delle celebrazioni del 60° anniversario della Liberazione.

Mostre
Nell’estate 2005 la cooperativa Fedro ha realizzato l’allestimento delle mostre: “Emozioni in Movimento - Fare cinema 2004: sguardi in bianco e nero”, collaborando con T2studio ed “Ecce Domina - Ultima Cena”, della pittrice Nadia Scozzesi, all’interno della Biennale “Percorsi D’Arte”, promossa dall’Associazione Culturale Travobaccano.

Eventi culturali e musicali
Nell’estate 2005, la cooperativa Fedro ha gettato le basi per un progetto ambizioso, denominato “Linea del colore”, sostenuto dalle Associazioni Travobaccano, Traballando e Kardios: una manifestazione culturale articolata su otto mesi, che vuole interessare i Comuni delle vallate e delle montagne piacentine (Rivergaro, Travo, Piozzano, Coli, Bobbio, Marsaglia, Cerignale, Zerba, Ottone), con l’organizzazione di week-end culturali.
La cooperativa Fedro si fregia di aver ideato il primo Festival Blues targato Piacenza,  “Dal Mississippi al Po”, di cui cura interamente l’organizzazione. Il festival affianca la musica alla cultura: sul palco si esibiscono bluesmen di fama nazionale e internazionale, mentre i Caffè letterari pomeridiani ospitano grandi nomi della letteratura.
La prima edizione, realizzata nel settembre 2005 lungo le sponde piacentine del Po, alla “Taverna delle Fate”, è nata dal desiderio di dare spazio e voce a un genere musicale che vanta una lunghissima storia e tradizione, pur essendo “non di consumo” in senso commerciale.
Con la seconda edizione del maggio 2006, realizzata alla “Cavallerizza”, la cooperativa Fedro si è definitivamente affermata nell’ambito dell’offerta culturale e musicale piacentina, ottenendo una buona visibilità anche a livello nazionale.
Durante l’autunno 2006 la cooperativa Fedro ha ideato e organizzato la rassegna “World – musica e parole”, quale evento complementare al Festival Delle Birre Artigianali, organizzato da Birrificio Lodigiano di Casalpusterlengo (LO). L’iniziativa si configura come un “contenitore” di vari generi musicali ed ha offerto gratuitamente al pubblico concerti di gruppi appartenenti al movimento rock-folk del sud Italia e di grandi nomi della musica world internazionale. Anche per questo evento la cooperativa Fedro ha confermato la scelta della “Cavallerizza” quale location privilegiata, al fine di mettere in evidenza la valenza polifunzionale di questo spazio pubblico cittadino, che ne suggerisce le enormi potenzialità ed un utilizzo continuo nel tempo.

StampaEmail